Campo Ligure

Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter

Eletto fra i borghi più belli d'Italia per la sua bellezza e per le sue infrastrutture, turistiche e non. Un paese appoggiato nel verde delle colline e delle montagne che lo abbracciano, un posto in cui vivere è bello, in cui il tempo non si è fermato ma ha trovato, piuttosto, la sua giusta dimensione.
 
Castello Spinola. Di origini molto antiche, presumibilmente attorno al Mille, nacque come maniero-fortezza. Nei secoli il castello iniziò a smantellarsi, soprattutto attorno al Settecento quando apparteneva agli Spinola. La parte più antica del maniero è costituita da una cinta esagonale che circonda la ancor più antica torre. La decadenza del maniero aumentò sempre più fino ad arrivare al 1986: anno in cui venne acquistato dal Comune di Campo Ligure. Il Comune stesso iniziò quindi un imponente opera di restauro sul castello, che ha previsto anche la creazione del parco a ridosso del maniero.
 
Presepe meccanizzato centenario. Autentico viaggio dentro gli antichi mestieri della tradizione della Valle Stura e del territorio ligure, il presepe meccanizzato di Campo Ligure è addirittura centenario. La prima statuina, l’Arrotino, fu infatti realizzata nel 1910. Il presepe, originariamente attivato dalla forza motrice di una ruota di bicicletta fatta girare con una manovella dai ragazzini del paese, è allestito ogni anno nell’Oratorio dei Santi Sebastiano e Rocco di Campo Ligure su un palco di 70 metri quadrati, con alcune centinaia di figurine, quasi tutte in movimento e azionate da appositi motorini.
 
Museo della Filigrana. Il museo oggi si articola su quattro piani ed é ripartito su piú sale espositive. E' possibile seguire un percorso espositivo basato sulla provenienza delle opere esposte. Si ammirerà cosí la notevole quantità di pezzi dell'Europa Occidentale, tra i quali quelli prodotti in Italia, compresa la staordinaria voliera, l'oggetto piú grande del museo, proseguendo per le ricercatezze di Spagna, Portogallo, Francia, Inghilterra, Svezia e Europa Centrale. Da qui si vola per un universo a parte: quello dell'arte oraga russa con i suoi smalti e le sue icone che trasformano la funzione stessa della filigrana. Imponente, nella parte asiaticaa, la sezione dedicata alla Cina, con oggetti che ci fanno calare in quell'antico mondo, dal ciondolo propiziatorio al tempio. Poi l'India, ma anche l'America Latina (specialmente il Perú) ed ancora l'Africa, con gli oggetti dell'Etiopia e dell'Egitto. Infine le sezioni dell'artigianato di Campo ed i macchinari che spiegano le tecniche di lavorazione. Info: 010920981.
 
Per maggiori informazioni visitate il sito: www.comune.campo-ligure.ge.it