Ne

Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter

Il Comune di Ne (m. 68, ab. 2389; km 54 da Genova, meno di 10 da Chiavari) abbraccia tutto il territorio della Val Graveglia, situato a pochi chilometri dalla costa , facilmente raggiungibile dall'uscita del casello autostradale di Lavagna e di Chiavari. Le varie località si possono raggiungere attraverso una fitta reta stradale che dal fondovalle raggiunge tuttti i nuclei abitati, spesso ubicati in collina in un ambiente sano ed incontaminato. Il territorio di questo piccolo comune è noto per avere dato i natali ad alcuni avi di Giuseppe Garibaldi, "eroe dei Due Mondi", fra i quali in particolare il nonno paterno, Angelo.
 
Nascio. Caratteristico e suggestivo piccolo borgo situato sulle falde del monte Bianco alla base di una rocca di diaspro, in posizione elevata con tre lati a picco sul rio Novelli. Verso il mille il villaggio di Nascio era dotato di un castello, posto sulla rocca in prossimità dell'attuale chiesa parrocchiale, che nel 1033 fu distrutto per ordine del governo genovese. L'attuale chiesa di Santa Maria e San Michele fu costruita nel 1565 in un sito adiacente all'antico castello. Il suo aspetto attuale è dovuto ad un rifacimento (del 1910) effettuato con il contributo di abitanti del borgo emigrati a Buenos Aires.
 
Reppia. Tra le case sparse di questo piccolo nucleo si può trovare la chiesa parrocchiale di Sant'Apollinare: restaurata nel 1903, presenta un campanile costruito nel 1892. Nella chiesa è conservato un pregevole trittico, Sant'Apoliinare tra San Giovanni Battista e San Lorenzo, recentemente restaurato ed attribuito a ignoto pittore ligure della fine del '500
 
Zerli Posto in posizione panoramica, Zerli domina l'imboccatura dell' alta valle ed è stato fino a non molti. anni fa uno dei centri di maggior rilievo della val Graveglia. Gli elementi più significativi di Zerli sono rappresentati da ciò che rimane dei suoi monumenti storici: i resti del castello e la casa-torre dei Garibaldi. Del castello che si trovava su un suggestivo sperone roccioso a guardia della valle restano alcuni avanzi della torre.
 
Per maggiori informazioni visitate il sito: www.comune.ne.ge.it