Montoggio

Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter

Feste, fiere e sagre caratterizzano Montoggio: la fiera di San Pasquale, che si tiene a maggio ed è dedicata a piante e animali, la Cena dei Fieschi, rievocazione di un banchetto dell'epoca dei Fieschi che s'imbandisce a fine giugno, la sagra dell'asado e infine la sagra della patata, l'ultima domenica di agosto vicino al santuario delle Tre Fontane.
 
Il castello. Resta legato soprattutto alle vicende della congiura di Gianluigi Fieschi e alla sua drammatica conclusione (1547). In tali circostanze venne infatti completamente distrutto. L'antico castello, di cui oggi sopravvivano soltanto alcune rovine coperte dalla vegetazione, presentava una vasta piazza d'armi circondata da un grosso muraglione merlato e con feritoie, cinto da un profondo fossato.
 
Parrocchiale di San Giovanni decollato. Dietro una modesta facciata, la chiesa custodisce numerose opere d'arte del Seicento e del Settecento, rivelando un patrimonio artistico di notevole importanza.
 
Santuario delle Tre Fontane. L'edificio si presenta nell'insieme diviso in due corpi: il primo corpo è a pianta trapezoidale comprendente un atrio e un'area nella quale è collocata una vasta cantoria, nella quale è presente un organo a canne del 1894; il secondo corpo è formato invece da tre navate. Sull'altare della navata centrale si trova un'antica statua in legno raffigurante la Madonna.
 
Per maggiori informazioni visitate il sito: www.comune.montoggio.ge.it