Uscio

Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter

Il paese è noto soprattutto per la sua Pieve romanica dell'XI Secolo, al cui interno si trovano statue lignee del XV secolo di Luca Cambiaso, e per l' artigianato fiorente dedicato agli orologi: ne è gradevole testimonianza la presenza del nuovo Museo degli Orologi da Torre "Roberto Trebino".
 
Museo degli Orologi "Roberto Trebino". Collocato nel vecchio stabilimento Trebino il primo Museo dell’Orologio da Torre e delle Campane intitolato al suo fondatore Roberto Trebino. I visitatori possono osservare e conoscere i segreti di tutte le fasi della costruzione degli orologi e di tutta la componentistica campanaria. Sono esposti una trentina di pezzi pregiatissimi di grande valore storico e culturale che raccontano la storia dell'orologio da torre, dai pezzi lavorati a mano: francesi, tedeschi, austriaci risalenti fino al 1600, alla tecnologia più avanzata degli orologi radiosincronizzati dei giorni nostri. L'oggetto più antico esposto è una campana medievale, risalente al 1290, di tre quintali. Il paese è legato alla sua pieve millenaria, monumento nazionale dal 1920. Molti i percorsi escursionistici, collegati all'Alta Via e, in quota, al vicino promontorio di Portofino. Per raggiungere il Museo degli Orologi e delle Campane si deve uscire al casello di Recco, sulla A12, e da qui prendere la direzione per Uscio.
 
Per maggiori informazioni visitate il sito: www.comune.uscio.ge.it